IL COLESTEROLO - QUELLO CHE DEVI SAPERE - ACIDI GRASSI E SALUTE

Buonasera a tutti, non sono sparita, sono solo molto impegnata, soprattutto a studiare per formarmi sempre di più e portarvi argomenti e contenuti utili e interessanti. 
Per cui, fresca fresca di libri, mi porto avanti col lavoro e vi lascio questo post utilissimo al giorno d'oggi, dove questo nome "COLESTEROLO" spaventa più di qualsiasi altra cosa. Ma prima… clicca sul link e seguimi su Instagram dove troverai sempre post dei piatti, consigli, video workout e qualcosa della mia vita: https://www.instagram.com/merilisa.13/
Buona lettura!

Il colesterolo costituisce la struttura di alcuni importanti ormoni , compresi quelli sessuali come testosterone e gli estrogeni, oltre ad essere uno dei componenti più importanti delle membrane cellulari. 

L'organismo umano produce tutto il colesterolo del quale ha bisogno , anche quando l'alimentazione ne fosse carente. Infatti, tre quarti di quello contenuto nel sangue è prodotto dall'organismo, che a sua volta è dotato di "meccanismi" che in pochissime e poverissime parole avvertono il fegato circa la necessità di aumentarne o diminuirne la produzione. 

Entro certi limiti, se assumete troppo colesterolo attraverso un'alimentazione eccessivamente ricca di grassi, il vostro organismo ne produce meno.  Se però l'eccesso di colesterolo e grassi saturi nel sangue oltrepassa il limite, l'organismo non è più in grado di farvi fronte, con il risultato di contrarre cardiopatie.

Anche il grasso di per sé non è "cattivo", in media un individuo ha bisogno di una quantità inferiore ai 14 grammi di grassi giornalieri per soddisfare gli acidi grassi attraverso i quali l'organismo sintetizza alcune sostanze utili.  

Tutti gli oli sono grassi al 100% . La convinzione di poter ridurre il colesterolo solo utilizzando olio d'oliva anziché olio di semi , non corrisponde a verità. Qualunque olio fa aumentare il colesterolo, indipendentemente dal fatto che alcuni oli contengono più grassi saturi di altri. 


⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫  ⧫

I carboidrati complessi comprendono ortaggi, legumi, pasta, cereali e pane che nella loro versione integrale sono anche ricchi di fibre. Nella dieta ideale i carboidrati dovrebbero comprendere all'incirca il 55% delle calorie assunte quotidianamente . Di questi, l'80% dovrebbero essere complessi. 

Riducendo il consumo di carne e aumentando piatti a base di verdura e cereali, dovreste perdere peso senza troppe restrizioni. 



Per capire meglio quanto incide l'alimentazione sulla nostra salute, basta compararla con quella del passato, dei nostri nonni ad esempio, i quali si nutrivano principalmente di tutto ciò che offriva la terra, di cereali, legumi, ortaggi e non soffrivano di tutte quelle innumerevoli patologie di cui soffriamo noi oggi. 
Spesso il grasso di cibi di origine animale può depositarsi sulle arterie, producendo una cattiva circolazione sanguigna e problemi cardiaci, questo non vuol dire demonizzare la carne, vuol dire mangiare quella "giusta" e non abusarne, variando sempre le fonti. 

ALCUNE INFORMAZIONI SUI GRASSI

In primis è bene ricordare quali sono i cibi maggiormente pieni di grassi: BURRO, MARGARINA, ALCUNE CARNI, LATTE, PANNA. Ovviamente, la regola PRINCIPALE è mangiare tutto, ma in quantità regolate. 


I grassi alimentari sono una concentrata fonte di energia, ma sono anche fonte di acido linoleico e vitamine liposolubili come la vit. A, D, E, K. 
Prima di ridurne le quantità, è utile conoscerli meglio.

  • I TRIGLICERIDI sono grassi che contengono, in proporzione variabile,  i tre gruppi di acidi grassi: saturi, monoinsaturi e polinsaturi. 
  • I GRASSI SATURI sono gli unici acidi grassi che fanno alzare il colesterolo, burro, margarina, e il grasso contenuto in alcune carni, contengono tutti molti grassi saturi. 
  • I GRASSI MONOINSATURI E POLINSATURI non fanno aumentare i livelli di colesterolo nel sangue. L'olio d'oliva è quello che contiene la più alta percentuale di grassi monoinsaturi rispetto agli altri oli da cucina. 
  • IL COLESTEROLO è un grasso essenziale, prodotto dal fegato, al quale si aggiunge quello contenuto nei cibi prima elencati. Un eccesso di colesterolo nell'alimentazione può riflettersi in un livello alto di questa sostanza nel sangue che di conseguenza può provocare malattie cardiache. Il colesterolo circola nell'organismo sotto forma di lipoproteine. 


LE LIPOPROTEINE AD ALTA DENSITA' (HDL) SONO COMPLESSI DI GRASSI E PROTEINE CONSIDERATI "BUONI" PERCHE' ASPORTEREBBERO IL COLESTEROLO DALLE PARETI DELLE ARTERIE RIPORTANDOLO AL FEGATO.

LE LIPOPROTEINE A BASSA DENSITA' (LDL) SONO CONSIDERATE "CATTIVE" PERCHE' CONTRIBUIREBBERO A MANTENERE IL COLESTEROLO IN CIRCOLO NEL SANGUE, CAUSANDO UN INTASAMENTO DELLE ARTERIE. 


Spero vivamente di esservi stata utile, vi ricordo di seguirmi su Instagram per non perdervi nessun post (merilisa.13) , ma soprattutto… OCCHIO ALLA SPESA, OCCHIO AL PIATTO E... OCCHIO AL COLESTEROLO. 















Post più popolari