MAL DI SCHIENA - QUELLO CHE DEVI SAPERE - CAUSE E RIMEDI - ESERCIZI


Buonasera gente, come va? Spero tutto bene. 

Questa sera, nella solitudine di casa, mi trovo a parlarvi di un discorso un po' sconosciuto, ma incredibilmente tanto importante. 

Parliamo di schiena, di tutto quello che di base c'è da sapere. Rimedi e non solo... Inutile starvelo a ripetere ogni volta, io non ho attestati o diplomi, come sempre quello che mi sento di condividere è frutto di ciò che studio e mi appassiona, ed è per questo che cerco di dare solo ed esclusivamente consigli e non programmi da seguire passo passo. 

Preparatevi quindi un buon caffè e partiamo!



Inizio però col farvi una domanda: vi è mai capitato di passare vicino ad una porta specchiata, una vetrina, o uno specchio e dopo esservi istintivamente guardati, avere quel senso di insoddisfazione perché quello che avete visto, riflesso davanti a voi, non vi piace? 

E stavolta non parlo di kg di troppo, ma di spalle curve, schiena un po' ingobbita che di conseguenza porta a quell'effetto di pancetta e rotoloni sull'addome.

Bene, a meno che non ci sia un reale problema fisico (dismorfismi della colonna vertebrale), possiamo aiutarci da noi.
Ovviamente, in caso di problemi di salute si ricorrerà a corsetti se il problema è di tipo scoliotico, (dipende sempre da quanto è\sono accentuata\e le curva\e della colonna) e\o con della ginnastica posturale.

Ma non è il discorso che voglio fare oggi.
Quello di cui voglio parlare non è altro che come fare a migliorare la postura, e non apparire più 'chiusi' ma belli slanciati.


  • Il primo step fondamentale è capire la causa del mal di schiena. Le cause del mal di schiena si dividono in due spicchi, per l'80% parliamo di cause non specifiche, per il restante 20% parliamo di cause specifiche. Vediamole nel dettaglio: 

  •  Cause non specifiche (80%): posture scorrette - stress - sovrappeso - ipotonia muscolare - fumo - cattive occlusioni dentarie. 

  •  Cause specifiche (20%): deformità congenite - anomalie di sviluppo, dismorfismi - traumi vertebrali - gravidanza - artrosi - osteoporosi - artrite - ernia del disco 


Detto questo, cosa fare? 

Bisogna riconoscere quale è il nostro problema, per quale motivo abbiamo il mal di schiena. 


Il dolore acuto che noi avvertiamo localizzato alla schiena, è generato da una contrattura muscolare che però è solo una reazione sintomatica ad un problema più complesso, che dobbiamo scoprire recandoci in un centro medico apposito. Non ci si può coprire di analgesici senza indagare sull'origine del problema. 

La contrattura muscolare di cui vi parlavo poco fa non è altro che un meccanismo antalgico di difesa da una situazione dolorosa, fisica o psichica che sia, che porta quindi alla contrazione del muscolo come per compensare il dolore. A questo punto cosa succede? 

Succede che la permanenza di questa condizione porta le unità contrattili a mantenere questa contrazione fissa e stabile, inducendo così il muscolo a rimanere sempre un po' più corto rispetto a come dovrebbe essere. Di conseguenza, questa retrazione permanente da parte del muscolo provoca dei squilibri generali alla struttura corporea, come ad esempio infiammazione, artrosi, lesioni, usura della cartilagine...

Nella fase acuta la terapia consigliata per il mal di schiena è il riposo assoluto e l'assunzione di antidolorifici, io ora non vi dirò cosa fare per rimediare o risolvere il problema, perché solo un medico può farlo, per cui recatevi senza paura e curatevi!! 


Detto questo... c'è qualcosa che possiamo fare noi a casa per alleviare il dolore senza riempirci di farmaci? 

Si! Qui parlo principalmente per esperienza, dato che, ahimè, ho una scoliosi molto accentuata che nonostante anni di corsetto è sempre peggiorata!

Innanzitutto, è fondamentale fare movimento e perdere quei kg di troppo (se ce ne sono), io mi alleno costantemente e questo mi ha aiutata e continua ad aiutarmi per rinforzare tutta la muscolatura che va a sostenere ossa e colonna vertebrale. 

Naturalmente bisogna prestare attenzione al tipo di attività che si va a svolgere, intendo dire che se il problema è abbastanza serio è meglio non usare sovraccarichi, e se si ha un problema di cartilagine bisogna evitare attività con salti o impatti troppo violenti e ripetitivi al suolo.

Dopo questo preambolo voglio mostrarvi degli esercizi di stretching\ginnastica dolce FONDAMENTALI per l'allungamento dei muscoli, il rilassamento della schiena e anche un notevole alleviamento del dolore. 











Voglio inoltre aprire una parentesi sulla ginnastica dolce, perché della cura della nostra colonna portante se ne parla davvero, ma davvero,  poco. 

Eppure, se la nostra schiena non sta bene, non stiamo bene nemmeno noi. E mi sembra di avervelo spiegato già. Quindi, perché è importante la ginnastica dolce? 

Perché è un metodo di lavoro che punta alla cura ed al benessere del corpo e non solo alla sua estetica. Va oltre la fisicità, coinvolgendo anche la sfera psichica e questo non viene fatto da tutte le attività. 

Alla base della ginnastica dolce vi è il lavoro cosciente su se stessi, e cioè la presa di coscienza del proprio corpo. A differenza di altre attività questa si basa su un ri-equilibrio del corpo. 

Questa lavora secondo diversi principi:
  • Uno fra questi è il prendere coscienza del movimento, vi faccio un esempio: se chiedo al mio corpo di assumere una posizione "dritta" o per meglio dire, corretta, lui lo eseguirà, ma dopo poco tornerà alla postura scorretta che aveva precedentemente senza che io me ne renda conto. E' per questo che, prima di correggere un movimento bisogna imparare a riconoscerlo. 

  • Un altro principio è il lavorare nella distensione e nella sensazione secondo questa linea guida: "nell'ottica di un corpo che non dimentica nulla ed è sensibile a tutto ciò che, nel male e nel bene, altera il suo equilibrio, quando esso avvertirà una sensazione di benessere provocata dalla distensione, reclamerà questo nuovo atteggiamento più piacevole". 

  • Passiamo al terzo principio, ovvero quello che sostiene che il corpo è un tutto unico. Vale a dire che lo squilibrio di una unica parte del corpo può provocare scompensi a tutto il corpo, e per questo è sbagliato lavorare solo nella sede del dolore ma bisogna intervenire su tutto il corpo. Ogni squilibrio provoca reazioni a catena. 


  • Ora passiamo al principio che si ricollega a quello di cui parlavamo prima e di cui parla questo post, ovvero accordare la priorità alla schiena. Ed è proprio ricollegandomi al discorso di prima che ci tengo a dirvi che i conflitti e le tensioni personali spesso si manifestano come tensioni alle spalle e alla schiena, poiché tutto il vissuto affettivo e non, si ripercuote sulla colonna e dunque sulla nostra postura. E' necessario dunque, consolidare la schiena se ci si vuole prendere cura del proprio corpo. Ogni volta che si migliora la distensione di queste regioni posteriori, sedi privilegiate delle tensioni, ne seguiranno modifiche anche della vita affettiva. 



  • Quinto principio, "adottare un ritmo proprio di lavoro evitando gli eccessi", questo principio ribadisce il concetto che la ginnastica dolce è per tutti, tutte le età e tutte le categorie di persone. Bisogna però ricordare che non è l'esercizio che stiamo svolgendo che detta l'intensità del movimento, ma piuttosto siamo noi che svolgendolo dobbiamo trovare il nostro ritmo. Tutto questo va fatto ascoltando il proprio corpo.






Detto questo, io spero di esservi stata almeno un po' utile, per motivarvi ad andare dal medico o per stimolarvi nel fare un po' di movimento, che siano le immagini sopra riportate o ginnastica dolce o ancora una qualunque attività pe restare in forma ed in salute! 
E' importante pensare all'uomo non come una macchina funzionale, ma come un corpo che ha bisogno di cure per funzionare. Fare troppo adesso ci porterà a non fare nulla più in là.
Ricordatevi di curare il primo subito e di lavorare ad un riequilibrio di TUTTO il corpo e non solo parte di esso.

Informatevi sempre e cercare anche di curarvi secondo il metodo più semplice e naturale, credetemi che anche qualche piccolo movimento come quelli mostrati sopra, può fare la differenza.

Prendetevi pochi minuti al giorno di silenzio e di stretching. Allontanerete stress e mal di schiena! 

Buona serata!













Post più popolari