RUBRICA NATUROPATIA: ALLA FONTE DELLA NATURA - LE CURE IDROTERAPICHE - CURE TERMALI - TALASSOTERAPIA

Per uso interno o esterno, calda, fredda o tiepida, l'acqua ha infiniti metodi di applicazioni terapeutiche.

L'utilizzo dell'acqua per curare le malattie e conservare la salute è probabilmente antica quanto la civiltà, tanto che già i romani costruivano edifici spaziosi ed eleganti per i loro "rituali acquatici". 


⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫⧫


Le acque termali sono la maggiore attrazione di molte località antiche e moderne. Si ritiene da sempre che l'acqua di alcune sorgenti abbia proprietà medicamentose su alcuni disturbi come asma e obesità.


Talassoterapia:

Possiamo considerare l'acqua marina come un tipo particolare di acqua minerale, i cui benefici sono messi a disposizione dei visitatori di terme situate in riva al mare. Qui si pratica la talassoterapia

Un trattamento talassoterapico tipico comprende un massaggio mentre il paziente è immerso nell'acqua marina, con getti di acqua di mare e  impacchi a base di alghe, dopo i quali il paziente viene ripulito e avvolto in asciugamani caldi. 

Questo genere di trattamento è ovviamente piacevole e benefico per il benessere del paziente, ma c'è da dire che l'acqua marina ha proprietà antibatteriche e disinfettati, stimola il metabolismo, tonifica, rende la pelle più sana, contrasta la cellulite e fa bene per i reumatismi delle ossa


Le cure idroterapiche:

Oltre ai citati bagni termali, l'acqua viene da secoli impiegata in una vasta gamma di pratiche terapeutiche ed estetiche, dai bagni freddi alle passeggiate  a piedi nudi sull'erba bagnata, dai digiuni a base di acqua minerali ai tanto in voga idromassaggi. 

L'idroterapia si serve di bagni completi o parziali, per riscaldare o rinfrescare il corpo, attraverso spugnature, impacchi, compresse, particolarmente efficaci. 

Ad esempio, un trattamento particolare è quello dei bagni alternati che consiste nell'immergersi prima nell'acqua calda e poi in quella fredda. In questo modo i vasi sanguigni si dilatano e contraggono, facendo compiere una vera e propria ginnastica all'apparato circolatorio. 

Così facendo, non solo questo viene stimolato, ma allevia anche crampi e dolori cronici, riduce infiammazioni dei tessuti e rende più sollecite le risposte del nostro sistema immunitario. 

I semicupi invece consistono nell'immergersi in una vasca d'acqua fino all'altezza dei fianchi, questa tecnica alternativa cura i disturbi addominali, le emorroidi, il mal di schiena e problemi urinari. 


Come agiscono il caldo e il freddo: 

Come sappiamo il calore dilata i vasi sanguigni, favorendo così la circolazione. Inoltre questo rilassa i muscoli, scioglie le articolazioni rigide e allevia i dolori e indolenzimenti. Poiché provoca un aumento della frequenza cardiaca, il suo uso è sconsigliato a chi soffre di ipertensione, di cardiopatie o diabete, a chi segue terapie farmacologiche.

Il freddo provoca una restrizione dei vasi e quindi del flusso sanguigno, riducendo gonfiori e infiammazioni. Gli impacchi di ghiaccio sono efficaci contro il mal di testa, l'epistassi, gli spasmi muscolari, i lividi, le contusioni, le distorsioni


Ma veniamo ora a come vengono svolti alcuni metodi:


  • La compressa: è una pezzuola ripiegata e bagnata applicata su una parte del corpo da raffreddare o scaldare. Si possono  alternare compresse calde e fredde (soprattutto in caso di emicrania e sciatica) iniziando con l'applicare le prime per circa tre minuti, quindi le seconde per un minuto e ripetendo per diverse volte.

  • Spugnatura: si esegue strofinando la pelle con una pezzuola ruvida bagnata in acqua fredda, è una tecnica che aiuta ad eliminare le tossine.

  • Per tonificare l'organismo è utile, invece, frizionare quotidianamente la pelle, a secco, con un telo ruvido o, meglio, con un guanto di crine. 

  • Il bagno caldo (da 37 a 42 °C) non deve durare più di venti minuti. E' utile contro insonnia, nervosismo, reumatismi, sciatica, coliche renali. Il bagno freddo invece consiste in una rapida immersione nell'acqua fredda dopo la quale bisogna asciugarsi rapidamente. E' utile quando bisogna abbassare la temperatura corporea, per stimolare il metabolismo e per un effetto generale stimolante e rinfrescante. 



DETTO QUESTO, VI INVITO A PORRE RIMEDIO A SINTOMI O PICCOLI DISTURBI NELLA MANIERA PIU' NATURALE POSSIBILE LADDOVE OVVIAMENTE SIA POSSIBILE, AL FINE DI PRESERVARE L'EFFICACIA DI AUTOGUARIGIONE DEL NOSTRO CORPO. 
RIPETO, LADDOVE SIA POSSIBILE. PER OGNI SINTOMO O DISTURBO DI QUALSIASI TIPO RIVOLGERSI IMMEDIATAMENTE AD UN MEDICO SPECIALISTA. 













Post più popolari